Segmentare in base all’età è scorretto.

Per affrontare in modo migliore le problematiche della terza età occorre evitare di considerare che l’età di 60 anni o quella di 65 costituisca uno spartiacque di comportamenti e atteggiamenti.
Non esiste un’età nella quale comincia la vecchiaia, e ciò sia perché gli stessi anziani non ne percepiscono una in modo univoco, sia perché non tutti quelli che arrivano ad esempio al pensionamento reagiscono e lo vivono allo stesso modo.
Non si tratta di un problema di poco conto.
La disciplina del marketing a questo proposito è chiara, segmentare solo in base all’età è insufficiente e porta inevitabilmente a commettere degli errori.
E’ risaputo che da un punto di vista psicologico esistono ventenni che hanno 70 anni e settantenni che - sempre da un punto di vista psicologico - sono giovanissimi.
Il fatto è che il momento della vecchiaia è stato spostato in avanti negli anni.
E non si tratta solo della percezione che si ha della vecchiaia, che - come ha affermato Gianni Cottardo - si sposta con il progredire dell’età.
E’ vecchio infatti chi ha dieci anni più di noi.
A vent’anni è vecchio un trentenne, a trenta un quarantenne, a settanta un ottantenne e così via.
Nel corso degli ultimi 100 anni si è verificata una rivoluzione silenziosa ed incredibile: quella della longevità.
Gli abitanti del mondo industrializzato hanno guadagnato in media 25 anni di vita grazie alla riduzione della mortalità infantile e alla cura delle malattie legate alla vecchiaia.
"L’aspettativa di vita è aumentata in un secolo tanto quanto era aumentata nei 5 mila anni precedenti e nel XXI secolo l’aumento sarà forse ancor più spettacolare” così si è espresso Robert Butler dell’International Longevity Center di New York.
Ma è il concetto stesso di “anziano” e quello di “vecchio” sono cambiati.
Il parere di Renzo Scortegagna è che “c’è un invecchiamento ancora da scoprire, non sufficientemente riconosciuto nel modello culturale nel quale viviamo:
si tratta di un’età della vita che mai prima d’ora l’uomo aveva vissuto”.
Tutto ciò ha portato a parlare di una nuova generazione di anziani fuori da ogni modello culturale finora conosciuto, di nuova specie.
C’è anche chi ha parlato a questo proposito di terza età come “generazione supplementare”.

Bibliografia
https://www.marketing-turistico.com

Contatti


SERVIZIO CLIENTI


Telefono:
(+39) 055 09 80 027
Email:
info@italianhotelgroup.net


SERVIZIO CLIENTI
E CENTRO PRENOTAZIONI


Prenotazioni individuali
Telefono:
(+39) 055 09 80 027
WhatsApp:
(+39) 349 86 50 376
EMail:
booking@italianhotelgroup.net


ISCRIZIONE
NEWSLETTER


EMail: newsletter@italianhotelgroup.net

ihg 

Le nostre Strutture

HG Abetone e Piramidi Hotel  Resort
  Abetone (PT)
HG Hotel Cappelli
  Montecatini Terme (PT)
HG Albergo Papa
  San Pellegrino Terme (BG)
HG Hotel Il Settebello
  Marina di Cecina (LI)
HG Onda Hotel
  Silvi Marina (TE)
HG Hotel Casa Montana
  San Vito di Cadore (BL)
HG Hotel Casa Alpina
  Dobbiaco (BZ)
HG Hotel Europa
  Reggello (FI)


Sede Legale: Via Forini 12
51016 Montecatini Terme (PT)
Tel: (+39) 055 09 80 027
E-Mail: info@italianhotelgroup.net

metodidipagamento